A quanto pare questa volta l’esopianeta “Kepler 452b” sembrerebbe davvero simile a noi, non solo per dimensione, ma anche per la distanza e le caratteristiche della sua stella.

Come se non bastasse, tra le migliaia scovati dalla sonda Kepler ce ne sono altri 11 con caratteristiche potenzialmente simili…

Lascia un commento a leonardo Cancella il commento

La tua email non sarà pubblicataRequired fields are marked *

29 commenti su “005: Scoperto un pianeta “gemello” della Terra

  1. Alessandro Lug 25, 2015

    Grazie per gli impagabili “viaggi” che con maestria, passione e armonia sai donare.
    ale

  2. lopez emanuele Lug 25, 2015

    Vito sei sempre chiaro nel spiegare tutti i fenomeni che accadono nell’universo
    ed è sempre un piacere leggere e sentire le tue LEZIONI
    grazie di cuore
    Emanuele

  3. Remo Tomasi Lug 25, 2015

    E’ bello sapere che questo pianeta, simile al nostro, “orbita” sulle nostre teste nella costellazione del Cigno!
    Grazie ancora, Vito!

  4. Antonina Costa Lug 25, 2015

    Grazie per la chiarissima descrizione della scoperta, il tuo commento musicale sempre delizioso ed adeguato all’argomento.Certamente molti interrogativi si affacciano alla mente,ma non resta che seguire kle scoperte degli scienziati.Resto sempre in attesa dei tuoi preziosi messaggi.Ancora grazie
    Antonina.

    • Vito Lecci Lug 26, 2015

      Certamente Antonina,
      se ci dovessero essere delle ulteriori novità a questo proposito, ne darò certamente notizia attraverso il podcast.
      A presto allora.

  5. Carlotta Lug 26, 2015

    già, è bello…. peccato però che questi pianeti siano tutti così tremendamente lontani dalla Terra da essere irraggiungibili; e sapere che magari là fuori c’è un’altra Terra, bella e perfetta com’era la nostra all’alba dei tempi prima che la sciupassimo, e non poterci andare, è terribilmente deprimente…..!

    • Vito Lecci Lug 26, 2015

      Ciao Carlotta,
      hai ragione, abbiamo la fortuna di vivere su un pianeta meraviglioso, ed abbiamo anche avuto la capacità di sciuparlo terribilmente.
      Anche per questo motivo, forse è un bene che gli altri siano fuori dalla nostra portata… 😉

  6. patrizia Lug 26, 2015

    Grazie sei stato chiarissimo come sempre!

  7. Giusi Lug 26, 2015

    Incredibile……!!
    Sono senza parole!!
    Grazie infinite per i tuoi aggiornamenti!

  8. Gaetano Lug 26, 2015

    Carissimo Vito, continua ad arricchire la nostra conoscenza dello spazio, te ne siamo infinitamente grati
    Gaetano

    • Vito Lecci Lug 27, 2015

      Ma certo Gaetano,
      continuerò senz’altro ad informarvi sulle prossime novità celesti… 🙂

  9. Tiziano Lug 27, 2015

    Ciao Vito. Per dare un po’ di “leggerezza” alla notizia (che ritengo solo la prima di tante) e al tuo nuovo episodio (sempre imperdibile) vorrei commentare con 2 battute.
    1. Appena scoperto il pianeta ha già un debito con la Germania (presa in rete)
    2. Non pubblicizzate troppo che ha più giorni di rivoluzione intorno al sole… potrebbero essere considerati “giorni lavorativi”…
    CIAO!

  10. Annamaria Lug 27, 2015

    …incantata da questo episodio! Riflettendo sul fatto che la sonda Kepler non “vede” realmente i pianeti, vorrei chiederti: ” L’immagine che ci danno di questo esopianeta con il marrone, il verde… è quindi una ipotetica ricostruzione del suo aspetto?

    • Vito Lecci Lug 27, 2015

      Esatto Annamaria,
      si tratta di un’immagine pittorica, realizzata tenendo conto di quelle che “potrebbero” essere le sue caratteristiche fisiche.

  11. Dario R. Lug 27, 2015

    Caro Vito, ne ho saputo di più ascoltandoti che leggendo la solita bassa divulgazione e diffusione di notizie su internet…
    Con la stima di sempre.
    Dario

    • Vito Lecci Lug 28, 2015

      Grazie Dario,
      mi fa piacere che tu abbia trovato utile questo episodio.
      Un caro saluto.

  12. samantha Lug 27, 2015

    Grande Vito! Complimenti per tutto ciò’ che fai! Grazie per la passione che dimostri!

  13. Marcelo (dal Brasile) Lug 28, 2015

    Affascinante, Vito!
    Quando c’è un nuovo podcast, sono troppo felice ed il mio giorno è migliore.
    Grazie per tutto quello che fai per noi.
    Ti ringrazio profondamente.

    • Vito Lecci Ago 1, 2015

      Grazie a te Marcelo,
      sono davvero contento che il mio podcast ti piaccia.
      Un caro saluto.

  14. Sand Garofalo Lug 31, 2015

    Chiaro e comprensibile, grazie per le informazioni! 😃,

    Volevo chiederti: ma la vita ha bisogno obbligatoriamente dell’acqua per formarsi?

    • Vito Lecci Ago 1, 2015

      Ciao Sand,
      in realtà si cerca un pianeta con acqua allo stato liquido perché, dalle forme di vita che conosciamo, sappiamo che essa è indispensabile.
      Tuttavia chissà, magari nella nostra profonda ignoranza, ci sarà da qualche parte qualche forma di vita che può evolversi in altra maniera, completamente differente, ma non sapendo cosa cercare, si stanno concentrando gli sforzi laddove siamo più preparati, quindi verso la ricerca di forme di vita come la nostra.

  15. leonardo Dic 16, 2015

    molto interessante Vito grazie

AstronomiCast © 2015-2017, tutti i diritti riservati