Allineamento di cinque pianeti visibili ad occhio nudo: Giove, Marte, Saturno, Venere e Mercurio. Ecco come e dove cercarli…


Aggiornamento:
Congiunzione Luna-Giove (27/01/2016)

Congiunzione Luna-Marte (31/01/2016)

Congiunzione Luna-Saturno (04/02/2016)

Congiunzione Luna-Venere-Mercurio (06/02/2016)

Nel suo moto di rivoluzione intorno alla Terra vedremo, proprio in queste sere, la Luna passare accanto a tre pianeti: Giove, Marte e Venere.

Di questo episodio ho deciso di realizzare anche un formato video, che puoi visionare qui di seguito. Fammi sapere cosa ne pensi (meglio il formato video? meglio l’MP3? oppure uno testuale?) Se vuoi lasciami un commento oppure fammi sapere in privato, per email (AstronomiCast”at”gmail.com)



 

Aggiornamento 06/12/2015: ecco una foto della congiunzione tra la Luna e Marte, scattata alle 03:34 (ora italiana), che riprende i due astri ad una distanza si soli 52′ circa (oramai in allontanamento tra loro).

Clicca sull’immagine per ingrandirla…

congiunzione-luna-marte


 

Aggiornamento 07/12/2015: questa invece è la foto della congiunzione della Luna con Venere e Spica (nella Vergine), scattata alle 04:55 (ora italiana).

Clicca sull’immagine per ingrandirla…

congiunzione-Luna-Venere-Spica

Marte-Luna-Bufala

Oramai sta diventando ricorrente la storia secondo la quale il 27 agosto Marte si vedrà nel cielo, ad occhio nudo, grande come appare la Luna.

E’ dal 2003 che va avanti e c’è sempre qualcuno che, puntualmente, la ripropone come fosse lo scoop dell’estate.

Molti la condividono come se fosse la notizia del secolo, ma tutto nasce (a mio avviso) da alcuni buontemponi che, magari pur sapendo che è una falsa notizia, la ripropongono semplicemente per ottenere più visite, più “like”, più condivisioni ecc… (secondo me è un sistema pessimo e davvero molto poco etico di fare “audience”).

Sono del parere che, in questo modo, l’unico risultato che si ottiene è quello di contribuire a produrre e diffondere della pessima informazione in rete, dove già c’è tanto marciume tra cui navigare…

La notizia è una deformazione di un evento avvenuto appunto nel 2003, quando Marte era alla minima distanza dalla Terra (56 milioni di Km) e, visto da terra (ad occhio nudo), appariva come una “stella” molto luminosa e di colore rosso e che, SE osservato con un telescopio, si sarebbe potuto vedere grande come si vede la luna ad occhio nudo.

Da qui, con i vari “passaparola”, si è perso per strada il riferimento all’uso del telescopio, continuando ad affermare che il pianeta si sarebbe visto nel cielo grande come la Luna, ad occhio nudo. Una sciocchezza davvero palese e un errore MOLTO grossolano.

Come se non bastasse, il 27 agosto del 2015 Marte nemmeno si vedrà nel cielo serale, in quanto angolarmente vicinissimo al Sole, sarà alto nel cielo mattutino, quindi invisibile di giorno. Sarà possibile vederlo, come una piccola stellina rossastra, appena poco prima dell’alba, basso sull’orizzonte Est, visibile per un’oretta appena, prima del sorgere del sole.

Avevo già affrontato questo argomento nel 2009, sul mio vecchio blog: Sidereus-Nuncius, lo affronto nuovamente oggi sul mio podcast, ma spero davvero di non incontrare mai più questa bufala per strada…

Contribuisci anche tu ad arginare questa cattiva notizia, contribuisci anche tu a fare della “buona informazione” su internet, puoi farlo condividendo con tutti coloro che conosci questo episodio. Aiuterai tutti a fare chiarezza a questo proposito.

Un caro saluto.

Vito Lecci