Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

23 comments on “032: Juno raggiunge Giove

  1. Remo Tomasi Lug 5, 2016

    Un viaggio appassionato come fossimo lì… grazie come sempre Vito!

  2. Francesca Lug 5, 2016

    Grazie Vito!!! Hai portato le nostre orecchie su Giove! Complimenti per il bel lavoro che fai per noi!

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      Grazie a te Francesca,
      mi sembrava troppo carina ed interessante questa notizia per non menzionarla… 🙂

  3. Anna Antonietta Spedicato Lug 5, 2016

    Vito, come al solito semini realtà stupefacenti . Sentire ill suono percepito dalla sonda è qualcosa di inatteso e inaspettato, ma soprattutto è coinvolgente.
    Grazie perchè ci rendi partecipi della tua stessa emozione.
    Ciao
    Anna A. Spedicato

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      Grazie a te Anna,
      in effetti ascoltare quei suoni è stato emozionante anche per me.

  4. Claudio Lug 5, 2016

    Grazie Vito
    Sempre peezioso e i tuoi podcast sempre affadcinati. Poi sempre emozionante sentire la voce dello spazio…. Juno ora sta facendo un lavoro certosino alla scoperta del gigante Giove l.
    A buone nuove

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      E’ vero Claudio,
      sono certo che da questa sonda arriveranno molte altre interessanti novità su Giove.
      Attendiamo fiduciosi…

  5. Simona Lug 5, 2016

    Spettacolari dd emozionanti notizie e suoni all’universo 😍

  6. Annamaria Lug 6, 2016

    Grazie Vito! Io vorrei tanto osservare al telescopio Giove e anche Saturno… e visto che io sono di queste parti, ti vorrei chiedere di farmi conoscere le date in cui sarà possibile. Grazie mille!

  7. Marcelo (dal Brasile) Lug 6, 2016

    Grazie, Vito. Proprio interessante.

    Ho una domanda: perché questa sonda ha avuto bisogno di quasi cinque anni per raggiungere Giove, mentre che New Horizons l’ha fatto in poco meno di uno? Sarebbe soltanto a causa della differenza in orbita?

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      Ciao Marcello,
      in realtà la sonda New Horizons ha impiegato più di 9 (nove) anni per raggiungere Plutone.
      Infatti, lanciata nel gennaio 2009, è arrivata a luglio 2015.

      • Marcelo (dal Brasile) Lug 7, 2016

        Si, a Plutone si. Ma mi sembra che New Horizons ha raggiunto Giove in poco meno di un anno, per fare un movimento d’assistenza gravitazionale. Non sono sicuro, ma creo che questo è successo. Grazie, Vito

        • Vito Lecci Lug 7, 2016

          Ah, su Giove dici…
          Sì Marcelo, in effetti la New Horizons è stata definita la sonda più veloce mai lanciata.
          Evidentemente sono state possibili alcune manovre di gravity assist grazie alle quali ha potuto usufruire di una spinta supplementare, rispetto a tutte le altre.
          Meno male, perché altrimenti avrebbe impiegato un tempo molto più lungo per raggiungere Plutone ed oggi, sicuramente, sarebbe ancora in viaggio verso il pianeta.

          • Marcelo (dal Brasile) Lug 7, 2016

            Grazie, Vito. Buona giornata per te.

  8. Carlotta Lug 6, 2016

    I suoni mi hanno lasciata parecchio perplessa. Come si possono udire suoni, se non c’è atmosfera e siamo nel vuoto? Come fanno a propagarsi? A quanto ho capito, questi suoni sono stati captati al di fuori dell’atmosfera di Giove… o_O

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      Ciao Carlotta,
      ovviamente i suoni, nel senso stretto del termine, sono delle onde di pressione, quindi per propagarsi hanno bisogno di un mezzo.
      Nello spazio, come giustamente sottolinei, non possono propagarsi in quanto siamo nel vuoto.
      Tuttavia, quando si parla di suoni in questi casi, si intende onde elettromagnetiche. In questo particolare caso alcuni sensori di Juno hanno captato queste emissioni nelle frequenze tra 102 e 104 Hz.
      Ovviamente sì, sono stati raccolti decisamente fuori dall’atmosfera gioviana, al confine della sua magnetosfera.

  9. Tiziano Lug 7, 2016

    Grazie grazie grazie. Altre parole inutili.
    Sono solo un po’ perplesso per i pupazzi Lego.
    Vito sei un mito

    • Vito Lecci Lug 7, 2016

      In effetti Tiziano, quando l’ho appresa, questa notizia ha lasciato perplesso anche me.
      Evidentemente, ogni tanto, alla NASA si concedono qualche stravaganza… 😀

  10. Luigi Lug 7, 2016

    Come sempre una esposizione chiara e fantastica.
    Grazie per le tue realizzazioni
    Luigi

AstronomiCast © 2015-2017, tutti i diritti riservati